amor: Automatic Man Overboard Recovery

amor

Amor è l’unico sistema che può comandare autonomamente un’imbarcazione nel recupero di un uomo in mare .

Descrizione

Amor (Automatic man-overboard recovery) è l’innovativo sistema che può gestire un’imbarcazione nel recupero di un uomo in mare basandosi sul posizionamento GPS e senza che vi sia un contatto visivo tra timoniere e uomo in mare.

Il sistema, basandosi sulla posizione GPS dell’uomo a mare e dell’imbarcazione, elabora una traiettoria sicura verso il punto di incontro calcolato.

Questa informazione può essere utilizzata dal timoniere per intercettare l’uomo in mare anche in condizioni di visibilità scarsa come di notte o in condizioni di mare formato.

Amor, nel caso in cui il timoniere non intervenga, prende il controllo dell’imbarcazione e la conduce in prossimità dell’uomo in mare, anche nel caso in cui a cadere in acqua sia il timoniere.

 

Vantaggi

Il sistema Amor, comprende nella dotazione un dispositivo di segnalazione dell’uomo in mare basato sul sistema “AIS” (Automatic Identification System), uno standard internazionale che è ormai diffuso nelle dotazioni di bordo di molte imbarcazioni.
Grazie alla piattaforma “AIS”, Amor, oltre a ricondurre l’imbarcazione all’uomo in mare, allerta tutte le imbarcazioni dotate di “AIS” nel raggio di almeno tre miglia.

Nel filmato si vede la traiettoria di recupero calcolata da amor in blu confrontata con una traiettoria di recupero tradizionale in verde, che però non tiene conto di una distanza minima dall’uomo a mare (in rosso), per utilizzare i motori in sicurezza.

Funzionalità

Il sistema Amor si compone di:
• un dispositivo di segnalazione AIS agganciato al salvagente dell’uomo in mare;
• una radio VHF dotata di funzionalità AIS a bordo dell’imbarcazione;
• un PC che gestisce le i messaggi in arrivo e l’interfaccia di controllo;
• i servomeccanismi per dare al sistema il controllo sull’imbarcazione.

L’insieme di questi dispositivi garantisce il massimo livello di sicurezza possibile
• segnalando la posizione a chiunque sia nel raggio d’azione della trasmittente;
• calcolando la traiettoria più sicura per il recupero da parte dell’imbarcazione;
• mettendo in atto la traiettoria in caso di mancato intervento del timoniere a bordo.